Gli autori

Anna Alberghina

Nata a Torino dove vive e lavora come medico. Da sempre affascinata dalle culture lontane, approfondisce lo studio delle lingue straniere e si appassiona al fotoreportage di viaggio. L’interesse per l’etnografia e le arti primitive la spinge a scegliere destinazioni ove poter incontrare popoli che abbiano conservato usi e tradizioni ancestrali. Il suo stile fotografico è caratterizzato da una predilezione per il ritratto con particolare attenzione all’universo femminile. Presenta i suoi audiovisivi presso varie associazioni culturali e collabora con riviste turistiche. Da 20 anni viaggia in tutto il mondo. Ad oggi ha visitato più di 60 paesi extraeuropei.

Bruno Albertino

Medico e instancabile viaggiatore. Nato a Carmagnola nel 1960 si laurea a Torino in Medicina e Chirurgia nel 1985. Viaggia dall’età di diciassette anni, prima in Italia ed Europa, quindi nel resto del mondo. Durante i suoi viaggi ha maturato un vivo interesse per le arti primitive, con particolare riguardo all’arte africana di cui è collezionista e ottimo conoscitore. Nel dicembre 2012 è stato curatore della Mostra “Essere ed apparire – Volti e sculture dell’Africa tribale” presso la Galleria Allegretti Contemporanea di Torino. Nel settembre 2013 ha curato la Mostra “Africa: alle origini della vita e dell’arte” ospitata nel Palazzo Lomellini, a Carmagnola (TO). Mantiene relazioni con alcuni grandi protagonisti dello studio e del collezionismo dell’arte africana come Ezio Bassani, Claude Everlé e Tomas D. W. Friedmann. La sua collezione è visibile sul sito www.africantribalart.it.

Patrizia Altieri

Nata a Roma dove vivo e lavoro come progettista informatica. Ho troppe passioni: la scrittura, la musica, la fotografia, i viaggi, la lettura, il mare. Stare dietro a tutto è complicato ma cerco di fare il mio meglio, concedendomi ora ai piaceri dell’una, ora dell’altra. Quando viaggio è il massimo perché riesco a far convivere molti di queste mie passioni.

Walter Arossa

Nato a Torino il 19/02/1950. Medico pneumologo ed ex direttore generale dell’Ospedale Sant’Anna di Torino, ha lavorato tra l’altro per il Ministero degli Esteri italiano in Pakistan, Etiopia e Kazakistan. Appassionato di viaggi, avventura e motociclette, dal 1982 ha percorso in lungo e in largo il Sahara su due ruote, visitando le zone più remote e meno accessibili di Libia, Algeria, Mauritania, Niger e Mali. Ha viaggiato inoltre in Africa orientale e meridionale, Estremo Oriente, Stati Uniti, Australia e America del Sud.

Bruna Biamino

Fotografo di architettura e archeologia industriale, dedica da anni la sua attività al ritratto e al paesaggio. Ha studiato Fotografia e Psicoanalisi a New York con Nathan Lyons ed è Docente di Storia della Fotografia e Architettura all’Istituto Europeo di Design e alla Scuola Holden. Ha esposto le sue opere nelle più importanti gallerie e musei  italiani ed esteri (tra i tanti: Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino – Officine Grandi Riparazioni  OGR, Torino – Omiya Art Centre, Fukui, Giappone – Stephen Gang Gallery, New York – Museo dell’Ermitage, Manège, San Pietroburgo – Centre for Contemporary Art, Sidney – Teatro del Khan, Gerusalemme). È autrice di numerosi libri e pubblicazioni di successo nel campo dell’architettura, dell’urbanistica e del paesaggio.

Paola Borelli

Laurea in Scienze Biologiche, dopo vent’anni di lavoro in laboratorio mi occupo di Rischio Clinico in Direzione Sanitaria. Purtroppo ho cominciato a viaggiare relativamente tardi, ma adesso non smetto più e sono curiosa di tutto. I primi viaggi erano incentrati soprattutto nel campo del volontariato socio-sanitario, ma poco per volta ho scoperto che viaggiare per scopi ludici è altrettanto bello che farlo per scopi “umanitari” e con minor danno per la popolazione locale… Grosso handicap: nonostante vari tentativi non riesco ad imparare l’inglese! Ultima considerazione: conosco molto poco l’Italia, e un pò me ne vergogno, ma mi giustifico da sola pensando che me la sto tenendo preziosa per quando il fisico comincerà seriamente a reclamare.

Bruno Bostica

Nato a Trivero, in provincia di Biella, nel 1948. Appassionato cultore di fotografia da oltre un trentennio, utilizza come mezzo espressivo prevalentemente il bianco e nero. Predilige il ritratto, il paesaggio e la fotografia di viaggio. Ha partecipato a varie mostre e concorsi, a livello regionale e nazionale. Dal 2004 è socio della Società Fotografica Subalpina di Torino. I suoi reportage sono visibili sul sito www.webalice.it/b.bostica.

Gianni Canepa

Nato a Torino nel 1950. Dopo aver ottenuto il Diploma Superiore in lingua russa presso l’Università statale di Mosca, ha soggiornato per oltre dieci anni nell’ex-Unione Sovietica, lavorando per varie ditte italiane come interprete e responsabile della logistica. Residente per lungo tempo a San Pietroburgo e Mosca (dove si è sposato), ha viaggiato sia per lavoro che per diletto in Kazakhstan (distretto degli Altaj), in Uzbekistan, in Ucraina, in Bielorussia e nelle varie repubbliche che compongono la regione caucasica. Conosce perfettamente il russo tecnico e commerciale parlato e scritto. Si interessa di geopolitica ed è profondo conoscitore della storia, della cultura e della letteratura russa.

Cinzia Capitoni

Nata a Viterbo il 19 giugno 1972, è laureata in lingue e letterature straniere. È dottore di ricerca in Scienze del Testo. Insegna Letteratura del Viaggio all’Università della Tuscia. Si è occupata di viaggiatori scienziati dell’Ottocento in Italia e in Egitto. Attualmente le sue linee di ricerca hanno come obiettivo lo studio della scrittura femminile italiana e straniera nei testi odeporici all’epoca del Grand Tour.

Claudio Casalegno

Nato a Torino il 16 dicembre 1974, residente a Rivoli. Di professione architetto, per passione motociclista e viaggiatore fin dall’età di 17 anni. È fondatore, con Veronica Brazzo e Corrado Capra, dell’associazione motociclisti fuoristrada Over 2000 Raid, (www.over2000raid.it) volta all’organizzazione di viaggi in fuoristrada per gli appassionati delle due ruote. Collaboratore di Motociclismo e altre riviste del settore, ha compiuto numerosi viaggi in motocicletta in Italia, Francia, Scandinavia, Nord Africa e Medio Oriente.

Donatella Catteruccia

Nata a Viterbo il 22 agosto 1959, è laureata in giurisprudenza. La sua passione è viaggiare, entrando in contatto diretto con popoli, culture e tradizioni totalmente differenti dall’Occidente. Al suo attivo numerose esperienze alpinistiche in Himalaya e una serie di avventurosi viaggi in Cina, India, Nepal, Pakistan e Tibet. Nell’estate del 1998 ripercorre la Via della Seta in mountain bike: tre mesi di viaggio, 5000 chilometri e 7 passi oltre i 5000 metri dal Pakistan a Kathmandu, in Nepal. Nel 2011 ha partecipato come giornalista embedded alla missione italiana in Libano.

Raffaella Cavalieri

Dottore di Ricerca dell’Università degli Studi di Siena, studiosa e traduttrice di letteratura di viaggio, ha partecipato a diversi convegni sul tema e tenuto lezioni e seminari sul tema del viaggio letterario. Autrice di L’Italia con gli occhi di Dante. Guida del viaggiatore pubblicato da Minerva e di In viaggio con Boccaccio. Dall’oro delle ginestre di Certaldo ai profumi d’Oriente; Petrarca il viaggiatore. Guida a un viaggio in Terrasanta; Il Viaggio Dantesco. Viaggiatori dell’Ottocento sulle Orme di Dante pubblicati da Robin. Come traduttrice ha curato La 628-E8 di Octave Mirbeau (Edimond); Siena di André Pératé, (Pacini Editore); estratti per la collana Sognando Cortona per il Comune di Cortona; un estratto da Mary Cadwalader Jones Il viaggio in Europa. Appunti e consigli per le donne, in Quaderno di viaggio, (Jo March). Membro e collaboratore del Collegium of Hermeneutic Research della Carla Rossi Academy, Membro Ordinario e collaboratore del C.I.R.V.I. e della Associazione di Storia Contemporanea. Ha collaborato con diverse riviste tra cui Il Turismo Culturale, That’s Italia, Robinson di La Repubblica, Astrolabewww.raffaellacavalieri.it

Maurizio Coronato

Nato nell’aprile del 1944, criminologo. Inizia a lavorare come meccanico all’età di 14 anni, sviluppando una passione per i motori che lo porterà a frequentare per molti anni il mondo delle auto da corsa. Quindi diventa perito tessile. A tutt’oggi non sa ancora spiegare i motivi per cui ha deciso di diplomarsi in criminologia, titolo conseguito presso la Wisconsin University di Cleveland (Ohio) nel 1969. Ha esercitato la libera professione di criminologo per oltre trenta anni: al suo attivo tremila perizie, tutte accettate senza contestazioni.

Barbara Corradino

Nata a Torino nel 1963, laureata in Scienze Politiche. Lavora al Museo del Borgo Medievale dal 2002 occupandosi di pubbliche relazioni, attività promozionali e organizzazione di eventi. È un’appassionata viaggiatrice.

Gabriele D’amico

Nasce a Torino nel 1986. Diplomatosi al Convitto Nazionale “Umberto I”, si laurea cum laude in giurisprudenza nel 2011 presso l’Università di Torino. Parallelamente segue un Master in diritto comparato-economia e finanza presso l’International University College of Turin, ed un secondo in gestione dei patrimoni culturali presso il Campus delle Nazioni Unite di Torino. Membro del Centro UNESCO di Torino, coadiuva la Presidenza della Federazione Europea dei Centri-Clubs e Associazioni UNESCO. Collezionista di antiquariato sin dall’età di sette anni, è determinato a dedicarsi agli aspetti giuridici-economici dei beni e dei servizi culturali.

Beatrice de Filippis

Nata ad Asti nel 1966, ha vissuto in Italia, Stati Uniti, Inghilterra, Kuwait, Spagna e Yemen, viaggiando per lavoro e lavorando per viaggiare, antica passione di famiglia. Ha lavorato per il Dipartimento del Turismo e Commercio del governo di Dubai e per vari tour operator italiani e stranieri. Attualmente vive a Sana’a dove è Direttore Esecutivo dell’Al Mamoon International Tours e collabora con il Ministero del Turismo yemenita, occupandosi anche dell’ufficio stampa di diverse Società. Coopera con Orphans in Rwanda ed è un’animalista convinta.

Giorgio Enrico Bena

Nasce nel 1957 a Torino dove vive e lavora in ambito scientifico. Fin dagli anni Ottanta si interessa a tutto ciò che riguarda il fumetto, l’illustrazione e le avanguardie artistiche del ’900, colleziona ingombranti volumi nelle lingue più disparate e disegna. Passioni. Come per il viaggio e per la fotografia naturalistica. Ha al suo attivo numerose esposizioni di disegno e fotografia. Fra queste, una collettiva del 2009 sulla caduta del muro di Berlino con artisti italiani e tedeschi, di cui è stato il curatore, e una personale di fotografia nel 2007 a Millicent (Australia). I suoi lavori sono su www.giorgioenricobena.it.

Edoardo Ferrarese

Laureato in Lettere Moderne a Genova, ho scoperto la passione per la scrittura un po’ per caso, e da quel momento in poi non me ne sono più potuto liberare. Ma evidentemente non mi bastava, dato che adoro il Cinema in ogni sua forma e dimensione. Per questo sono una di quelle brutte persone che scrive recensioni e non per il MacGuffin (www.themacguffin.it) dalla sua nascita. Smettere è ormai impossibile, un po’ come viaggiare.

Romina Fiaschi

Nata a Fucecchio (FI) nel 1979, già da bambina sono travolta dalla passione per la fotografia che riesco ad approfondire con l’età adulta.
Come compagna di viaggio ho una Nikon D7000 con cui vado in cerca della foto perfetta, consapevole che, se un giorno dovrà succedere, sarà la foto perfetta che sarà venuta a cercare me.
www.rominafiaschi.wordpress.com www.facebook.com/RominaFiaschiPhotography

Luciano Fiore

Nato a Torino il 1 Novembre 1945, è laureato in Medicina e Chirurgia, con specialità in Urologia. Appassionato viaggiatore e alpinista, ha compiuto viaggi per la maggior parte autogestiti in tutti i continenti. Come medico, partecipa alla spedizione in Dancalia nel 1997 e l’anno successivo a una spedizione Himalaiana diretta al Baruntse, montagna di oltre 7000 metri in territorio nepalese. Ha al suo attivo numerosissime salite, tra cui 31 cime oltre i 4000 sulle Alpi, 3 cime oltre i 6000 nelle Ande e i 5109 del Ruwenzori, dal versante congolese. Attualmente libero professionista, dedica tutto il suo tempo libero all’alpinismo e ai viaggi.

Alessandro Fornari

Psicologo clinico e psicoanalista. In gioventù è stato fotografo e ha viaggiato in diversi Paesi, soprattutto in Africa, dove ha condotto studi sulle vestigia delle religioni tradizionali e sulle organizzazioni sociali arcaiche, realizzando vari fotoreportage sul tema. Le sue fotografie sono state pubblicate ed esposte in Francia e in Italia. Esercita la professione di psicoanalista in sedute lunghe.

Gian Carlo Gellona

Nato a Torino nel 1951. Non laureato in Lettere Moderne (la Tesi è mia e non la do a nessuno). Maestro di Yoga già in tempi non sospetti. Illustratore (Rusconi, Edizioni Paoline, San Paolo, White Star, Giunti, Palumbo) e pubblicitario per caso. Ricercatore nell’ambito della medicina Complementare ed Alternativa (Università di Colombo, Sri Lanka). Appassionato cultore del sapere tradizionale e sciamanico. Ha pubblicato per la Keltia Editrice “Il Signore del Castello ed Altro“, un viaggio attraverso la simbologia dei tarocchi. Ha percorso l’Australia, la Costa d’Avorio, gli Stati Uniti, Lo Sri Lanka e altri luoghi vicini e lontani, cercando il punto di contatto delle conoscenze ancestrali del genere umano.

Filippo Ghisi

Nato a Moncalieri (Torino) nel 1977, laureato in Scienze Politiche (indirizzo storico), con una tesi sul capoluogo piemontese nel 1400. Dopo la laurea ha frequentato un corso di specializzazione su turismo e beni culturali, cui sono seguite diverse esperienze di lavoro nel campo della cultura e della formazione. Dal 2007 è responsabile direttivo del Borgo Medievale di Torino – uno dei principali musei piemontesi – con compiti di gestione e coordinamento di eventi, comunicazione e progetti.  È membro del direttivo di Turismo in Langa di Alba, NewTo per lo sviluppo della meritocrazia e LED (Laicità, Etica e Democrazia). Dal novembre 2010 è Consigliere di amministrazione dell’Istituzione Musicateatro di Moncalieri.

Enrico Guasco

Nato a Torino nel 1962. Dopo due decenni nella pubblicità oggi lavora in un’azienda di consulenza informatica. Appassionato di fotografia e di libri ha viaggiato in Etiopia, Sudafrica, Botswana, Namibia, Zimbabwe, Kenya e Tanzania.

Mario Ingrosso

Nato ad Asti nel 1935, abita e lavora a Milano. Inizia a fotografare negli anni Cinquanta, collaborando con svariate case editrici e riviste del settore, italiane ed estere. I suoi lavori sono esposti presso le gallerie Keith de Lellis e Stevan Kasher (New York), Museo della Fotografia di San Diego (California), Museo di Arte Moderna di Houston (Texas), Università della Pennsylvania. Dal 2004 numerose sue immagini in bianco e nero fanno parte della mostra itinerante sul Neorealismo italiano. Da qualche tempo Mario Ingrosso si dedica alla ripresa del paesaggio metropolitano dell’area milanese.

Brunella Li Rosi

Nata nel 1965 a Lentini (Siracusa). Ha studiato presso la Facoltà di Lettere Moderne di Catania, dedicandosi con particolare passione allo studio della Geografia e della Teologia. Ama leggere, viaggiare e scrivere. Il primo romanzo ”In viaggio con me” è stato pubblicato nel 2009 e successivamente ristampato nel 2011. Altri romanzi sono in via di pubblicazione.

Michela Manservisi

Animista neoplatonica dal 1964, abbandona l’ambiente giornalistico milanese specializzato nel settore moda per seguire la sua passione africana. Dal 1995 al 2000 fonda e dirige a Ferrara la rivista bimestrale Africa, dedicata all’esplorazione culturale del Continente. Nel 2000 e nel 2002 è l’ideatrice e curatrice a Milano di Made in Africa Fotografia, biennale di fotografia africana contemporanea. Nel 2003 scrive per Castelvecchi Editore African Style, un ritratto del continente africano attraverso la moda e i linguaggi dell’abito tradizionale. Dal 2001 promuove e realizza attraverso l’Associazione Culturale Afritudine progetti di cooperazione culturale in particolare con il Mali. Vive a Ferrara.

Beatrice Maolucci

Nata a Torino nel 1986, laureata in Antropologia Culturale ed Etnologia presso l’Università di Torino. Appassionata di viaggi, sport e outdoor, dopo varie esperienze lavorative come insegnante ed educatrice, partecipa ad una spedizione etnologica nella regione del Lago Turkana, in Kenya. La sua ricerca etnologica nell’arcipelago delle Isole Tonga, incentrata soprattutto sull’abbigliamento e le danze tradizionali, è tuttora in corso. Musicista e cantante, ha composto tra l’altro l’inno per i campionati mondiali di scherma del 2006 a Torino. Parla inglese, francese, spagnolo e swahili.

Enzo Maolucci

Ex-professore di Lettere, ex-cantautore e musicista (senza ex), oggi Docente di Sport Outdoor e Avventura alla Scuola Universitaria in Scienze Motorie di Torino, è considerato il “padre” del Survival con fini scientifici in Italia. Ha fondato e presiede dal 1986 la FISSS (Federazione Italiana Survival). Al suo attivo le prime gare di sopravvivenza nazionali, mostre, sperimentazioni sul campo ed exhibit dedicati all’argomento. Giornalista free-lance e scrittore, ha viaggiato nelle Americhe, in Polinesia e Africa.

Paolo Novaresio

Laureato in Storia Contemporanea, dal 1975 viaggia a tempo pieno in Africa, ma anche altrove, con ogni mezzo. Ha vissuto gli angoli più remoti del continente, senza fretta; navigato tratti del Nilo Bianco, del Congo, del Niger e del lago Tanganika; percorso a piedi vaste regioni del Sahara e della Rift Valley. Collabora con quotidiani e riviste di viaggio, scrive articoli riguardanti la storia, l’arte e la civiltà africane. Dal 1996 a oggi ha pubblicato per White Star “Uomini verso l’ignoto. Storia delle grandi esplorazioni”, “Sahara”, “Ultima Africa”, “Africa flying high” e “I grandi fiumi del mondo”. Si dedica da sempre alla cultura materiale del viaggio e nel 2010 ha progettato e curato la Mostra L’uomo con la valigia in collaborazione con Fondazione Torino Musei.

Donatella Olivero

Nata nel 1955, di professione dietista, oggi si occupa di Risk Management all’ospedale San Giovanni Battista di Torino. Appassionata viaggiatrice, ha visitato Stati Uniti, Canada, Mali, Zimbabwe, Botswana, Namibia, Sudafrica, Mongolia e vari paesi dell’Africa settentrionale. Ama la letteratura di viaggio e la fotografia.

Mario Paluan

Nato a Torino nel 1952. Ha lavorato per dieci anni al quotidiano La Stampa e due anni alla FIAT. Nel 1980 ha pubblicato il libro fotografico “Torino una e mille”, con testi di Giovanni Arpino. Oggi vive a Milano, dove co-produce una rivista di informazione industriale. Ha viaggiato in Marocco, Kenya, Uganda, Sudan, Afghanistan, Nepal, India, Indonesia e Cuba, realizzando reportage giornalistici e documentari fotografici e video.

Augusto Panini

Industriale tessile, ha soggiornato a lungo per lavoro in Africa occidentale, compiendo nel contempo viaggi di ricerca e approfondimento per studiare le perle vitree, che da secoli sono ornamento delle varie etnie della regione sub-sahariana. Frutto di questa passione è il libro che pubblica nel 2007 per i tipi di Skira. Nel 2010 ha curato con il dott. Giorgio Teruzzi la sezione dedicata alle perle di Venezia della mostra “L’Avventura del Vetro”, tenuta a Trento al Castello del Buonconsiglio e riproposta a Venezia al Museo Correr nel 2011. Nel 2012 ha curato in Giappone la mostra “Glittering Venetian Beads Exibition”.

Claudio Passavanti

Ex sottufficiale dei Carabinieri, da 20 anni è frate minore cappuccino e da dieci anche presbitero. Dopo varie esperienze pastorali in parrocchie di Torino è al Monte dei Cappuccini con l’incarico di coordinatore della pastorale giovanile-vocazionale. Qui fra’ Claudio trascorre la maggior parte del tempo ad ascoltare e incontrare giovani che chiedono di essere accompagnati in un cammino spirituale e di discernimento vocazionale.

Francesco Pellerano

Nato nell’agosto 1959 a Tunisi, ha conseguito nel 1986 il dottorato in pittura presso l’Accademia di Belle Arti. Dopo aver lavorato come insegnante, educatore, informatico e restauratore di dipinti, sculture lignee, mobili e cornici, da qualche anno si dedica totalmente alla pittura. Preferisce ritrarre soggetti etnici, tribali e primitivi, tema che affronta con rispetto e originalità, senza mediazioni intellettuali e seguendo esclusivamente il proprio istinto estetico ed emotivo.

Savino Pellerano

Nato nel 1961 a Tunisi, da circa 25 anni lavora nel settore dei viaggi, come consulente turistico e tour operator. Tenace viaggiatore, sperimenta personalmente la fattibilità dei percorsi, che propone tramite Backpackers World a un pubblico selezionato, con particolare attenzione alla qualità. Ha viaggiato in tutti continenti: in particolare, è ottimo conoscitore dell’India, dell’America Latina, dell’Africa sub-sahariana e australe.

Luisa Piazza

Si definisce una “vera” siciliana-sabauda: nata a Siracusa nel 1965, laureata in Scienze Politiche-Relazioni Internazionali, specializzata in Marketing, dopo varie esperienze lavorative in giro per l’Italia dal ’90 vive nella sua adorata città adottiva (Torino). Ha iniziato a viaggiare da bambina: prima con la fantasia, attraverso i romanzi di Salgari, poi dal vivo. Dopo l’Europa e il Nord-America, si è dedicata alle sue mete preferite per storia e cultura: Medio-Oriente e Asia, e poi Africa. Il suo vero – segreto ma non troppo – progetto di vita: trascorrere sei mesi l’anno viaggiando e i seguenti sei mesi preparando il viaggio successivo.

Federico Ponzio

Nato a Cavour (Torino) nel 1946. Medico Chirurgo, Specialista in Chirurgia Vascolare e Chirurgia Generale, ha terminato la sua lunga carriera ospedaliera, durata oltre 40 anni, come Primario Emerito dell’Ospedale San Giovanni Battista di Torino, del quale ha diretto per 17 anni la Divisione di Chirurgia Vascolare 1, e per nove anni il Dipartimento Cardio-Vascolare e Toracico. Ha svolto continuativa attività di insegnamento e congressuale, e partecipato alla stesura di numerosi trattati e pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali. Dal 2007 è in quiescenza dall’Ospedale, pur proseguendo l’attività professionale. Attento viaggiatore, ha visitato numerosi Paesi europei, africani, asiatici e americani… e intende continuare con aumentato impegno!

Francesca Ponzio 

Nata a Torino nel 1981.  Naturalista ed educatrice itinerante, aspirante velista, viaggiatrice per lavoro e passione. Ogni destinazione di viaggio è fonte di ispirazione per studi linguistici, etnobotanici e letterari. Scrive e disegna strisce a fumetti. Ha viaggiato a lungo in Irlanda, Guatemala, Yemen, Uzbekistan, Marocco e visitato molti altri angoli del pianeta. Attualmente vive in Provenza.

Fulvio Ravera e Patrizia Cianci

Viaggiatori curiosi ed eclettici, da molti anni raccolgono con passione e perizia oggetti legati alla scrittura di viaggio, provenienti da tutto il mondo. Non amano l’idea della collezione fine a sé stessa, intesa come semplice accumulo di oggetti più o meno antichi. Ciò che importa è continuare il viaggio, alla ricerca di nuove emozioni e scoperte, arricchendo e condividendo le proprie passioni e conoscenze con gli altri.

Paolo Repetto

Nato a Lerma (Alessandria) nel 1948, è entrato nella scuola a sei anni e ne è uscito dopo sessanta. Laureato in Lettere Moderne, ha insegnato in successione Storia dell’Arte, Letteratura italiana e Filosofia e Storia. Poi si è deciso a lavorare e ha vissuto gli ultimi dieci anni di carriera come dirigente scolastico. Nel frattempo ha collaborato con le edizioni Jaka Book (partecipazione all’opera collettanea Storia d’Italia e d’Europa. Comunità e popoli, 8 vol, 1978-1985) con svariati capitoli sulle scoperte, sulle esplorazioni e sul mondo coloniale, oltre che con la traduzione di opere dal francese). Cofondatore del sodalizio dei Viandanti delle Nebbie (1994), ne ha curato sino ad oggi tutte le iniziative editoriali. Appassionato di alpinismo e di escursionismo, non ha viaggiato molto, ma ha in compenso camminato moltissimo. È affetto da una sindrome maniacale per la letteratura di viaggio, che costituisce il settore più importante e più ricco della sua biblioteca e l’oggetto preminente dei suoi interessi.

Fabrizio M. Ricci

Nato a Roma nel 1943, è giornalista professionista dal 1964. Lavora al mensile “Tuttomotori”, come responsabile del settore nautico, e a “il Quadrante”, rivista delle Forze armate. Nel 1968 partecipa alla fondazione di “Forza 7”, mensile di nautica, nel quale rimane fino al 1976 quale vice direttore. Nel frattempo collabora, anche sotto pseudonimo, con testate del gruppo Rizzoli, con “Mondo sommerso”, “Sesto Continente”, “Gente viaggi”, la rivista dei Giovani imprenditori di Confindustria, l’Enciclopedia Treccani e l’Enciclopedia dell’Automobile ed è coautore de “La storia dell’offshore” pubblicato da Mursia. Per la Rai realizza trasmissioni radiofoniche e servizi televisivi in Italia, negli Stati Uniti e in America Latina. Nel 1978 entra al quotidiano “il Messaggero” dove ricopre via via diversi ruoli: capo servizio Interni, inviato speciale, capo redattore, vice direttore. Nel 1998 lascia “il Messaggero” e il giornalismo. Per lavoro o per proprio interesse ha viaggiato in più di cinquanta paesi di tutto il mondo. E continua a viaggiare.

Paola Rinaldi

Nata il 25 settembre 1976, si laurea in Lettere Moderne all’Università di Torino e lavora nel settore editoriale dal 1998. Iscritta all’Albo dei Giornalisti Pubblicisti del Piemonte dal 2000, per dieci anni cura i rapporti con le comunità italiane all’estero per un’agenzia stampa quotidiana dedicata ai connazionali nel mondo. Dopo aver seguito le pubbliche relazioni di una casa editrice per bambini, pubblica alcuni libri di fiabe, organizza eventi itineranti per famiglie e dirige un mensile per teenager. Attualmente si occupa di diritti dei consumatori, salute, cinema e attualità per numerose riviste italiane, pubblicate tra gli altri da Edizioni San Paolo, Panini Publishing, Ellenici.

Alberto Salza

Nasce a Torino nel 1944. Ricercatore free lance sulle tematiche antropologiche, è stato fino al 1993 coordinatore del Laboratorio di Ecologia Umana presso il Dipartimento di Scienze Biologiche, Antropologiche e Archeologiche dell’Università di Torino; collabora con il Museo di Etnografia ed Antropologia dell’Università di Torino e con i National Museums del Kenya. Da quarant’anni studia le strategie di sopravvivenza in Africa: dalle problematiche dei nomadi, alla risoluzione dei conflitti e alla progettazione partecipata nelle comunità rurali. Dal 2000 si occupa di programmi di sviluppo tra i pastori nomadi dell’Africa orientale, del Corno d’Africa e del Sud Sudan. Ha collaborato con l’UNICRI (UN Interregional Crime & Justice Research Institute) per la definizione del genocidio e la persecuzione dei crimini contro l’umanità in Darfur, Sudan. È membro del comitato scientifico del Centro piemontese di Studi Africani. Collabora con riviste divulgative e scientifiche ed è autore di numerose pubblicazioni.

Arianna Serra

Viaggiatrice incallita da oltre 20 anni, stanca di un lavoro da assistente di direzione, a 35 anni suonati ho deciso di rimettermi in gioco e di propormi come “Travel Planner”, ovvero come organizzatrice di viaggi su misura, unendo le mie competenze da segretaria tuttofare alla mia esperienza di turista fai da te. Al ritorno da ogni avventura condivido sul mio blog e sul blog di viaggi Nonsoloturisti.it foto e pensieri sulla mia ultima avventura.

Marina Spadafora

Nasce a Bolzano in una famiglia da generazioni nel campo della maglieria. Diplomata in Lingue lascia l’Italia per trasferirsi prima in Germania e poi a Los Angeles, dove apre uno studio di consulenza per Costume Design nel cinema e Fashion Design (L.A.D.S. Los Angeles Design Studio). Nel 1990 torna in Italia, dove continua a lavorare nel campo del fashion design, collaborando tra gli altri con Ferragamo, Prada e Vogue Italia, con cui cura l’iniziativa delle Nazioni Unite Fashion for Development, volta a creare opportunità commerciali per giovani stilisti dei paesi in via di sviluppo. Dal 2010 è direttore creativo della linea di abbigliamento “Auteurs du Monde” per Altromercato, la più grande organizzazione di Fair Trade in Europa. Grazie suo lavoro e la passione per i viaggi è sovente all’estero e principalmente in Vietnam, India, Nepal, Etiopia, Kenya, Perù, Ecuador e Guatemala, dove risiedono i suoi creativi “Autori del Mondo”.

Roberto Taberna

Nato a Torino nel 1956. La laurea in discipline tecniche ed il lavoro in campo aeronautico non gli hanno sottratto il piacere della lettura, né precluso l’utilizzo del congiuntivo, per cui ama definirsi con ironia ingegnere umanistico. Ha iniziato a ‘viaggiare’ in giovine età all’ascolto di deboli stazioni radiofoniche da tutti i continenti, scoprendo la world music ai tempi in cui non era ancora stato coniato il termine. Viaggia quando può e fotografa, per affinità elettive, gente comune e luoghi marginali, ai quali la vita e le guide di viaggio non hanno ritenuto opportuno elargire grassetti e stelline.

Paola Tirone

Nata a Torino il 25 marzo 1961, laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università di Torino. Dal 1981 svolge ricerche etnografiche, antropologiche, linguistiche e toponomastiche nelle valli alpine piemontesi. Ha collaborato con la Regione Piemonte, l’ente Parco Nazionale del Gran Paradiso, il Museo della Montagna di Torino e vari enti pubblici e privati impegnati nello studio e nella promozione della cultura locale. Appassionata escursionista e fotografa, collabora da anni con le più prestigiose riviste e pubblicazioni del settore.

Emanuele Paolo Valente

Nato a Savona nel 1981. Appassionato di scienze umane e cose del mondo, praticante di corsa in montagna e ciclismo, viaggiatore per necessità e scelta di vita.

Bruna Vienno

Nata a Venezia, vive a Roma città che ha scelto come propria dimora dopo aver vissuto a lungo a Torino, Milano e Ginevra. Laureata in Dietistica e in Psicologia. Da diversi anni viaggia prediligendo l’Oriente. Ha visitato gran parte dell’Asia e dell’Europa e soggiornato in una cinquantina di stati. Ama soprattutto i viaggi a sfondo naturalistico e il trekking: ha navigato sul Rio delle Amazzoni e sul Mekong, tra Vietnam e Cambogia; al suo attivo anche escursioni sulle pendici dell’Annapurna, delle Torri del Paine e del Ngauruhoe in Nuova Zelanda. Si interessa di etnografia, in particolare dei popoli che mantengono le proprie tradizione, resistendo all’assalto della cultura occidentale. “Il viaggio è una malattia intrattabile che curo viaggiando”.

Bruno Zanzottera

Nasce a Monza l’11 dicembre 1957. Realizza i suoi primi reportage all’età di 17 anni, esplorando l’arcipelago britannico sulle tracce di James Joyce e dei Vichinghi. Alla fine del 1979 compie il suo primo viaggio africano con una vetusta Peugeot 404 che lo porterà, attraverso il Sahara, fin sulle sponde del Golfo di Guinea. Sarà amore a prima vista. Da allora l’Africa e i suoi abitanti saranno sempre presenti nella sua vita e nei suoi reportage fotografici. Attualmente collabora con numerose riviste, tra le altre: Geo, Focus, Airone, Panorama Travel, VSD, Figaro Mag, Geographical, Famiglia Cristiana. È uno dei fondatori di Parallelo Zero (www.parallelozero.com), agenzia che riunisce oggi alcuni degli sguardi più originali e significativi del fotogiornalismo internazionale.