La strada da fare

    di Maria Clara Restivo
    Neo edizioni
    pp. 184
    € 15,00

    La strada da fare di Maria Clara Restivo

    Invito alla lettura


    Maria Clara Restivo per Luomoconlavaligia.it

    Se vi dicessi che uno dei viaggi più belli che ho fatto nella mia vita è quello dell’agosto del 2015 in Molise, non ci credereste. E ammetto che avreste le vostre buone ragioni per non farlo. Insomma, uno si aspetta di sentire nomi come Patagonia o Micronesia, destinazioni la cui sola lontananza evoca già una certa idea di bellezza. Perché, certo, se l’andare rappresenta più della metà del piacere del viaggio, allora lasciare che il pensiero voli per migliaia di chilometri e raggiunga ciò che di più lontano o esotico ci sia, questo è già l’inizio dell’avventura.
    E invece due anni fa ho voluto sperimentare il processo contrario, ho tentato l’impresa di cercare l’inatteso nelle mie stesse tasche, nella regione d’Italia che meno di tutte conoscevo. Così ho chiesto a un’amica di camminare, insieme, per un mese, in Molise.
    Già da un po’ di tempo cercavamo un’occasione per rifarla daccapo la nostra amicizia, per sentirci dire – forse – che eravamo ancora importanti, l’una per l’altra, e io non conoscevo modo migliore se non quello di iniziare dai piedi. Perché camminare insieme accorda il ritmo e allarga lo sguardo: l’uomo che cammina non spaventa chi lo vede arrivare, ma incuriosisce. Forse per questo, in un mese di cammino, la nostra tenda è rimasta sempre chiusa e il nostro passaggio si è presto trasformato nel viaggio di un’intera regione che ha vegliato “le ragazze con lo zaino”, spalancandoci le porte, assicurandosi che fossimo sempre sazie e al sicuro, raccontandoci le storie di abbandono e di resistenza che questo angolo di Sud custodisce.
    La strada da fare – in cammino nella regione che (non) c’è racconta che perdersi è l’opportunità di scoprire dove pensavi di non trovare e che affidarsi è ancora possibile. Basta iniziare a camminare.


    Maria Clara Restivo e Giulia RabozziMaria Clara Restivo è una siculo-emiliana che vive a Torino. Con l’Associazione “E.le.Menti” scrive storie per bambini e poi le racconta ad alta voce. Da diversi anni collabora con la Scuola Holden dove insegna storytelling. Quando può cammina e, da qualche anno, le piace raccontare il profumo che il viaggio le lascia addosso.
    Insieme a Giulia Rabozzi, sono nati i blog Due passi in Molise e Due passi sull’Appia Antica e, insieme, continuano a camminare, raccogliendo i loro passi su www.duepassialtrove.it.


     

    Due ragazze decidono di partire da Torino e scoprire un luogo per loro – e per molti – sconosciuto.
    Intraprendono un viaggio che durerà un mese e lo faranno a piedi, perché la strada si misura con il ritmo lento dei passi, perdendosi tra sentieri e tratturi dimenticati, ricevendo ospitalità da chi di quel viaggio vuole far parte.
    E così quella terra misteriosa si popola di nomi, di amici, di storie, e acquista una consistenza che è negli occhi, negli incontri, nei chilometri percorsi, prima ancora che su una cartina geografica.
    A guidarle, i piedi che tracciano la via, la libertà di percorrere senza meta una regione sorprendente e di conoscere chi la vive.
    La voce di Maria Clara racconta questo viaggio con la cadenza degli spazi sconfinati e dei paesi abbarbicati, delle colline, delle valli, del mare con i suoi trabocchi.
    Usa il “noi” perché lei e Giulia viaggiano insieme.
    E noi con loro.

    La strada da fare di Maria Clara Restivo

    Assaggio di lettura