Personaggi

Personaggi

Uomini e donne che amano l’avventura, in viaggio per il mondo a piedi, in bicicletta, moto, barca o altro mezzo suggerito dalla fantasia.

Davide Cammisa

Io parto, chi viene con me?

Dal furgoncino Lego a quello vero il passo è breve. O almeno lo è per Davide Cammisa, laureando in ingegneria navale a Napoli, che dopo aver fantasticato per anni ha finalmente deciso di regalarsi quei sei mesi tanto sognati in cui girare l’Europa a bordo di un furgone camperizzato.

Da sud a nord, divido la terra a metà

20 mila chilometri a bordo dei mezzi pubblici e altri 7 mila in autostop. È questo il bilancio della traversata africana affrontata da Carlo Taglia, il “vagamondo” famoso per viaggiare senza prendere aerei, impegnato adesso nell'ultimo capitolo dell'impresa: raggiungere Capo Nord per concludere il suo viaggio.
L'arrivo di Vienna Cammarota a Civitella Alfedena

Siamo donne, che forza!

“Partite senza paura: il mondo ha molto da regalarvi…”. Vienna Cammarota esorta le donne a viaggiare, lei che in tre mesi ha camminato per 1600 chilometri dalla Boemia a Paestum e adesso la attendono i restanti 900, fino a Messina, per concludere un viaggio ispirato al Grand Tour di Johann Wolfgang Goethe.
The edge of the world - Claudio Moja

Tenetevi forte, sto per partire

Mi chiamo Claudio Moja e ad aprile partirò in solitaria per un viaggio a piedi di oltre 30 mila chilometri attraverso 30 stati. Mi accompagnerà uno zaino di 25 chili su ruote, che per tre anni trasporterà tutto ciò che mi occorre: viveri, tenda, attrezzatura tecnologica, fornello, kit di pronto soccorso.
Lorenzo Buscaino

A piedi lungo la via del Sale nutrendosi di erbe spontanee

Lorenzo Buscaino ha deciso di percorrere a piedi la Via del Sale da Varzi a Portofino, senza un euro in tasca e soprattutto senza cibo nello zaino. Nei giorni di cammino mangerà solo erbe spontanee, trovate nei boschi, sui margini dei sentieri, vicino ai corsi d’acqua.
Ludovico de Maistre - Travel Film School

I segreti per diventare reporter

Reporter di viaggio, un mestiere affascinante che profuma di terre lontane, antiche tradizioni, usanze non comuni.
Ludovico de Maistre presenta Travel Film School, il corso di formazione online che fornisce strumenti e consigli pratici per trasformare la passione per i viaggi in una professione.
Lucio Bellomo - 33 isole in barca a vela

33 isole in barca a vela

Da Ustica a Venezia, alla riscoperta delle isole minori del Mediterraneo. Lucio Bellomo partirà per un periplo dell’Italia con l’obiettivo di raccogliere storie di giovani che, spinti da un fortissimo senso di appartenenza, hanno deciso di vivere in quelle isole e di sviluppare progetti ambiziosi e innovativi.
Luca Sciortino

Da una parte all’altra del mondo

Quarantasette anni, giornalista e scrittore, un bel lavoro e tanti interessi, ma non in pace con se stesso. Luca Sciortino decide così di partire per ritrovarsi: un viaggio da Occidente a Oriente tra villaggi sperduti, pastori mongoli e contadini cinesi. Un'avventura di quattro mesi e 10 mila chilometri con una sola regola: niente aerei.
Capo Nord in bici - Antonella Gentile

In bici da Barletta a Capo Nord

Cinquemila chilometri, dalla Puglia alla Norvegia. Antonella Gentile, li ha percorsi in quattro mesi e mezzo, in sella a una comune bicicletta da città.
“Più della fatica, più dei paesaggi e delle scoperte, a restare nel cuore è soprattutto l’umanità di tante persone sconosciute che mi hanno aiutata a sentirmi a casa anche in capo al mondo”.
Molise - foto Sara Mignogna

C’era una volta l’Italia

Potrebbe sembrare l’inizio di una fiaba, solo che qui non ci sono re e principesse, ma paesaggi, tramonti, colline fiorite e castelli a picco sul mare. C’era una volta l’Italia è il progetto di Sara Mignogna, fotografa e videomaker, partita dal Molise per un tour alla ricerca di luoghi insoliti e poco conosciuti per dimostrare che la bellezza è proprio sotto casa.
Pamela Cazzaniga

La mia seconda vita

Pamela Cazzaniga non si è arresa di fronte alla disabilità e ha trovato salvezza nell’essere nomade. È ora una travel blogger che gira il mondo per recensire strutture turistiche, valutare il grado di accessibilità per persone disabili e le eventuali criticità dei luoghi.
Simona Anedda, viaggiatrice senza barriere

Conquisto il mondo con la sedia a rotelle

Mi chiamo Simona Anedda e nonostante dal 2014 sia in sedia a rotelle non ho smesso di viaggiare e di essere indipendente. Se mi fossi posta troppi problemi, non sarei andata in India, Nepal o Indonesia. E invece l’ho fatto, scoprendo posti meravigliosi.