Viaggi

Viaggi

Diari, reportage, impressioni di viaggio, racconti di esperienze vissute in giro per il mondo.

FuoriRotta 2018 - Lungo la SS 129bis

Laissez faire, laissez passer

Racconto di un viaggio FuoriRotta #4
Il viaggio è da sempre un contratto stipulato con i confini. Prima di tutto i nostri, quelli che ci reclamano alla sedia, all'abitudine rassicurante. Poi ci sono le barriere dell'incontro, quelle della natura e quelle che da uomini abbiamo costruito in società. Il viaggio di Mattia Battistelli, Lorenzo Cremonini, Giovanni Scionti racconta di quel muro che separa il mondo da un altro mondo.
Paneuritmia, Monti Rila - Foto Catarina Carvalho

Tra il mare e i monti in Bulgaria

Racconto di un viaggio FuoriRotta #3
C'è un aspetto del viaggio che è in via d'estinzione. La specie a rischio si chiama immersione nella vita di comunità: chiede l'abbandono di sé nel senso di fiducia nell’altro e non ha nulla a che vedere con i ritmi sostenuti dei tour “dieci-cose-da-fare-a". Il viaggio di Marco Schiavon e Ana Catarina Carvalho Moura si immerge nella spiritualità della Fratellanza Bianca Universale.
FuoriRotta 2018 - In loco d'ogne luce muto

In loco d’ogne luce muto

Racconto di un viaggio FuoriRotta #2
C'è troppa luce intorno e c'è troppa luce sotto. C'è troppa luce anche sopra, che per vedere le stelle, ormai bisogna partire, prendere la macchina e guidare: l'unica cosa che è sempre sopra di noi ci richiede di allontanarci da noi per essere vista. Il cielo. Il viaggio di Giampiero Vietti narra questo spostamento, una ricerca del cielo, del buio e del suo contrario.
Islanda - Foto Charl van Rooy - Unsplash

Impressioni da un viaggio in Islanda

Se ancora non siete stati in Islanda, affrettatevi. Fate già parte di una minoranza. Lo scorso anno l’isola è stata visitata da quasi tre milioni di turisti, compreso il sottoscritto, dieci volte la popolazione indigena. Per i prossimi anni si parla di ingressi regolamentati, e parrebbero favoriti i visitatori orientali, che non hanno la pretesa della vacanza fai da te. Potreste rimanere fuori, e sarebbe un peccato, perché l’Islanda è bella.
FuoriRotta 2018 - Loricato, piante che raccontano la Basilicata

Loricato, piante che raccontano la Basilicata

Racconto di un viaggio FuoriRotta #1
Ci sono voci che solo alcuni possono udire. Sono le voci delle piante, la memoria storica dei nostri luoghi che, con un’altra lingua, ancora raccontano il mondo com’era e, con la loro capacità di andare in profondità, ci suggeriscono come sarà. Il viaggio di Fabrizio Gerardo Lioy racconta questo, di come il verde sia molto più di un colore, suggerendoci sottovoce il coraggio di attraversarlo.
Etiopia - Lago nero di El Sod

Discesa al lago nero di El Sod

Di ritorno dal profondo sud dell’Etiopia, una breve deviazione da Dubuluk ci permette di raggiungere a circa 1430 metri di quota El Sod, un cratere vulcanico che si apre a filo della pianura erbosa. Scendiamo al suo interno per una ripida e sdrucciolevole mulattiera fino ad arrivare a un piccolo lago dalla forma quasi circolare da cui da sempre i Borana estraggono dal fondo melmoso grandi quantità di sale nero.
FuoriRotta 2018

Un’altra estate FuoriRotta

Ci sono viaggiatori che ancora conservano accesa la curiosità non soltanto di vedere ma di conoscere, aperti all’imprevisto e ben disposti verso l’inatteso. Questo è lo spirito di chi ha deciso di partecipare al progetto FuoriRotta, questa è l’idea di chi ha vinto il bando 2018. E adesso è pronto a partire.
Gujarat. Donne del Kutch mostrano i loro ricami

Gujarat e le etnie nomadi del Kutch

Stato dell'India al confine con il Pakistan, il Gujarat ha subito nella sua storia invasioni e catastrofi naturali che hanno forgiato, nei secoli, i popoli che vi abitano. Alcuni gruppi etnici del distretto del Kutch, vivono ancora secondo uno stile di vita quasi medievale, come se, per loro, la storia si fosse fermata.
Colombia. Silvia, indios Guambianos (foto Massimo Bocale)

Silvia, villaggio degli indios Guambianos

Partiamo da Popayan, candida città coloniale situata a 1.737 m di quota, per raggiungere a 2.800 m il villaggio di Silvia, distante circa sessanta chilometri. Lo scopo dell’escursione è visitare il pittoresco mercato locale, che per la qualità e quantità di merce esposta attira da sempre moltissima gente.
Gibilterra - foto moisemarian/Pixabay

Gibilterra. Fuori tempo, fuori spazio

Da questa parte c’è una lunga fila di macchine che attende senza lamenti il permesso per entrare, lungo Avenìda Prìncipe de Asturias: qui ancora profumo di Spagna. L’altra parte per ora non è che uno sperone di roccia massiccio e imponente oltre le reti metalliche, il Monte di Tariq, trampolino per l’Africa.
Siviglia - foto jackmac24/Pixabay

Compiere trentun anni in Andalusia

Quando ho prenotato il volo per Malaga, non sapevo che un viaggio mi avrebbe restituito, a suo modo, un bilancio. Compiere trentun anni in Andalusia ha significato questo: lasciare il protagonismo del giorno del compleanno a qualcos’altro, al viaggio forse, e accorgermi che lì dentro c’ero anche io.
Kyoto. Maiko che danza al Gion Corner

L’intramontabile fascino delle geishe

La parola geisha evoca creature languide ed esotiche, in realtà sono delle professioniste che rappresentano l'ideale di bellezza per la cultura giapponese. Molto richieste per le cerimonie del tè e per allietare noiose cene d'affari, la loro abilità sta nel flirtare con gli uomini, farli ridere e bere badando che tutto si svolga senza intoppi.