Torna Ciclomundi

Dopo quattro anni di silenzio e pressanti richieste, ritorna il festival nazionale del viaggio in bicicletta, che celebra le due ruote come simbolo del movimento lento ed ecosostenibile, affrontando tutte le forme di pedalata, da quelle immaginarie a quelle nel traffico urbano, fino alle imprese eroiche di tanti anni fa. L’appuntamento con “Ciclomundi” – in programma a Portogruaro, in provincia di Venezia, dal 13 al 15 giugno 2014 – è dedicato a tutti coloro che organizzano grandi viaggi ma anche a chi programma una semplice uscita domenicale con la famiglia.

Oltre agli incontri con i cicloviaggiatori, sono previsti workshop, tavole rotonde, spettacoli, happening, laboratori (bike lessons, fotografia di viaggio, GPS, scrittura di reportage a pedali, etc), mostre fotografiche e un ampio settore espositivo dedicato al turismo a pedali e opportunità di escursioni. Per l’edizione 2014, è stato stretto un accordo anche con Sagitta Bike e la manifestazione “Di ruota in ruota” (www.sagittabike.it), che da quasi dieci anni si svolge a metà giugno nel territorio del Portogruarese e sarà inserita nel programma di Ciclomundi per la serata del sabato sera.

Ciclomundi è un’idea di edicicloeditore (www.ediciclo.it), la casa editrice nata nel 1987 dal desiderio di trasmettere immagini ed emozioni in un libro, aiutando i lettori a realizzare il loro sogno a pedali. Negli anni, sono nate diverse collane tematiche, come quella dedicata alle ciclopiste (Cicloguide) oppure quella dedicata ai reportage di viaggi estremi in bicicletta (Altre Terre).

Il catalogo comprende una serie di titoli tascabili, agili ed economici per organizzare un viaggio in bicicletta, guide per andare alla scoperta di meraviglie naturalistiche o suggestivi borghi antichi da esplorare, racconti di viaggi a pedali tra avventura e ricerca di se stessi, libri monografici dedicati ai grandi campioni o a momenti leggendari del ciclismo.

Per gli organizzatori, Ciclomundi non è soltanto un festival, ma anche un modo per incontrare autori, amici, conoscenti, lettori, ciclisti convinti, cicloturisti, cicloacrobati, pedalatori della domenica, famiglie a pedali, giornalisti appassionati delle due ruote.

Ancora una volta, a distanza di quattro anni dall’ultima edizione, l’obiettivo è sognare con la consueta carrellata di ciclo-viaggiatori no-limits, ma anche discutere sulla bicicletta come strumento di trasformazione sociale in tempi di crisi economica. Ciclomundi è un variopinto carosello di persone, gruppi e associazioni, con il pallino del viaggio e della bicicletta. Impossibile mancare alla festa.

 

 

SHARE
Articolo precedenteLe ragazze in bikini
Articolo successivoA caccia nella savana