Festival dell’Oriente

Foto del Festival dell'Oriente, per la prima volta a TorinoUn’occasione unica per immergersi nelle culture e nelle tradizioni di un continente sconfinato, senza muovere un passo né prendere aerei. Dopo il successo delle precedenti edizioni a Milano, Roma e Padova, sbarca per la prima volta a Torino – presso il padiglione Oval di Lingotto Fiere – il Festival dell’Oriente, dove ci si potrà perdere fra stoffe e monili, degustare i prodotti tipici della cucina orientale, ascoltare i concerti dei grandi interpreti del Sol Levante, sperimentare gratuitamente massaggi e discipline per il benessere.

L’appuntamento è suddiviso in due blocchi temporali, il 20, 21 e 22 marzo e poi ancora il 27, 28 e 29 marzo. Cosa aspettarsi? Mostre fotografiche, bazar, stand commerciali, gastronomia, cerimonie tradizionali, spettacoli folkloristici, medicine naturali, danze e arti marziali, che si alterneranno nelle Foto del Festival dell'Oriente, per la prima volta a Torinonumerose aree tematiche dedicate ai vari Paesi in un continuo e avvincente susseguirsi di show, incontri, seminari ed esibizioni.

I visitatori possono interagire e sperimentare decine di terapie tradizionali, olistiche e bio-naturali, come yoga, ayurvedica, theta healing, meditazione, reiki, massaggi, ci kung, tai chi chuan, shiatsu, tuina, bio-musica, rebirthing, integrazione posturale e molto altro ancora. Basta lasciarsi trasportare nella magia dell’Oriente: Cina, Giappone, India, Thailandia, Indonesia, Marocco, Sri Lanka, Malesia, Tibet, Foto del Festival dell'Oriente, per la prima volta a TorinoMongolia e tante altre imperdibili culture che si trasferiscono nel capoluogo piemontese per qualche giorno con i loro colori, le loro musiche e i loro profumi.

Chi non è mai volato in queste terre lontane potrà comunque ammirare da vicino momenti speciali come la vestizione del kimono, la cerimonia del the, il circo cinese, il matrimonio indiano, il cerimoniale dei guerrieri indiani e la magia delle lanterne galleggianti. Ma non rimarranno a bocca asciutta nemmeno gli appassionati di shopping, perché all’interno del festival verrà ricreata l’atmosfera ovattata degli affollatissimi mercati orientali, in cui sarà possibile trovare di tutto un po’: vestiario, Foto del Festival dell'Oriente, per la prima volta a Torinoborse, calzari, tessuti, gioielli antichi, amuleti, incensi, candele, oli essenziali, tattoo, oggettistica, mobilio, quadri, tappeti, pietre, vasi, ceramiche, statue, libri, prodotti di erboristeria, infusi, spezie, thè, campane tibetane, kimoni, scatole cinesi, creme, prodotti vegani biologici e naturali.

Suggestiva anche l’arte dei tamburi giapponesi, così come le lezioni dei maestri del the, la preparazione dei sushi, le danze orientali, la scrittura tradizionale, l’arte dell’ikebana, il confezionamento e la cura dei bonsai, i massaggi delle varie tradizioni. In poche parole, un grandissimo, unico e formidabile happening dedicato al mondo orientale e a tutti i suoi aspetti tradizionali e moderni.