Alla scoperta dell’Italia più bella

Napoli - Rione Sanità, Palazzo dello Spagnolo

Da cerchiare sul calendario è domenica 16 ottobre, quando si svolgerà l’edizione 2016 di FAI Marathon, una passeggiata culturale nell’Italia più bella che, grazie agli oltre 140 itinerari tematici proposti dai giovani del FAI – da percorrere liberamente, senza punti di partenza o arrivo, per intero o solo in parte, da soli o in compagnia – e alle visite a contributo a cura dei volontari della fondazione permetterà di vivere una giornata da “turisti a casa nostra”.

Sono oltre 600 i luoghi di interesse artistico, paesaggistico e sociale che rappresentano l’identità, la storia e le tradizioni delle nostre città, molti dei quali aperti in via eccezionale. L’evento consentirà agli italiani di riappropriarsi del loro patrimonio in modo spontaneo e coinvolgente.

Palazzi, chiese, castelli, teatri, parchi, cortili, ma anche quartieri e interi borghi, porti, luoghi dello sport e della produzione industriale, spesso inaccessibili al pubblico, a volte poco conosciuti oppure appena restaurati o ancora in costruzione, apriranno le loro porte e si sveleranno agli occhi del pubblico che potrà effettuare interessanti visite a tema.

Tra gli itinerari tematici più interessanti c’è quello a Napoli, dove verrà proposto un viaggio alla scoperta del Rione Sanità e dei suoi luoghi più simbolici, capaci di raccontare storie, tradizioni e cultura popolare: tra questi il laboratorio dell’artista Michele Iodice a Salita Capodimonte; la Basilica di Santa Maria della Sanità, costruita tra il 1602 e il 1610 e punto di riferimento del rione, e la sede dell’Associazione Culturale Brodo al primo piano del Palazzo dello Spagnolo, pregevole esempio di barocco napoletano.

Al centro dell’itinerario proposto a Milano invece sarà la trasformazione del nuovo quartiere di CityLife, oggi al centro di un grande progetto di riqualificazione urbana: una passeggiata tra piazze, giardini e palazzi di una zona della città che sta cambiando fisionomia senza dimenticare il suo glorioso passato.

A Roma ci si potrà addentrare tra i luoghi dell’industria e del commercio del quartiere Testaccio, come la poco conosciuta ex Centrale Termoelettrica Montemartini, i resti del Porto fluviale della Roma imperiale sul Lungotevere Testaccio e, apertura eccezionale, il Gazometro, che quest’anno celebra gli ottant’anni dalla sua costruzione.

E ancora, sarà svelata la fitta rete di canali artificiali derivati, tramite chiuse, dai fiumi Reno e Savena che scorrono sotto Bologna, città d’acqua, mentre il percorso di Palermo si snoderà nel quartiere della Kalsa, la cittadella fortificata dove risiedevano l’emiro e i suoi ministri all’epoca della dominazione islamica, con i suoi monumenti in stile arabo-normanno.

La storia degli artisti torinesi tra Ottocento e Novecento sarà invece il filo conduttore dell’itinerario organizzato a Torino, che toccherà numerosi luoghi tra cui anche il Circolo degli Artisti ospitato presso Palazzo Granieri della Roccia, dove si potranno visitare alcuni locali solitamente chiusi al pubblico come il celebre “crotin” e Casa Casorati.

L’edizione 2016 di FAI Marathon è resa possibile grazie al prezioso contributo de Il Gioco del Lotto, main sponsor dell’evento, realtà legata all’arte e alla cultura da oltre 500 anni e concretamente impegnata a preservare e valorizzare il patrimonio storico-artistico italiano, e CityLife, per la prima volta a fianco della Fondazione in qualità di sponsor, che permetteranno di dare vita in oltre 140 città italiane a questo speciale progetto.

FAIMARATHON

www.faimarathon.it