Sardegna, meta per vacanze di lusso

La Sardegna è conosciuta ovunque per il suo mare. Acque cristalline, spiagge dalla sabbia finissima lambite dalla macchia mediderranea sono la cornice ideale per una vacanza estiva, magari una vacanza di lusso.
Lo pensano in tanti e, infatti, vere e proprie folle di turisti popolano le località balneari dell’isola.
Eppure ci sono spiagge ancora poco conosciute, poco battute dai visitatori che arrivano ogni anno in Sardegna, ma che offrono grandi sorprese soprattutto a chi ama fare vacanze di alto livello.
Spesso basta allontanarsi pochi chilometri dalle località più famose per ritrovarsi immersi in bellissime spiagge, paradisi di relax senza la confusione della folla e allo stesso tempo senza rinunciare alle comodità.

Qui di seguito, cinque località poco conosciute della Sardegna ma particolarmente adatte per chi cerca vacanze di lusso, segnalate dal portale sul turismo di lusso in Sardegna sardiniaexclusive.com:

Porto Pirastu (Muravera)

Seguendo la strada provinciale 97 per Muravera, si arriva alla piccola baia di Capo Ferrato.
Qui si trova la caletta di Porto Pirastu, una bellissima spiaggia dalla sabbia grigia e finissima mista a ghiaia, cinta da scogli piatti immersi in un mare dal colore smeraldo: un effetto di luce dato dai raggi del sole che si riflettono sui fondali.
Ottima per il surf perché è spesso battuta dal vento, è una località ideale anche per chi possiede una barca grazie alla sua insenatura che offre un vero porto naturale.

isola-mal-di-ventreSu Tingiosu (Cabras)

Non distante dalla rinomata spiaggia di Mari Ermi, nel territorio di Cabras, si trova la spiaggia di Su Tingiosu.
Una sabbia dai granelli grossi e chiari accolgono il visitatore: è la tipica sabbia di quarzo del Sinis.
Il mare ha un colore cristallino e i suoi fondali bassi e sabbiosi sono di una tonalità rossiccia.
Nei pressi della spiaggia si può vedere ancora un piccolo porto di pescatori, Sa Suedda, con le capanne che i pescatori erano soliti costruire in passato.
Alte scogliere circondano questa località, l’ideale per gli amanti del climbing.
Regno del cormorano e del gabbiano, da qui si può raggiungere Punta S’Incodina, un alto scoglio che guarda all’Isola di Mal di Ventre.

torre-del-coltellazzo-noraSu Guventeddu (Pula)

Nel territorio di Pula, nel sud Sardegna si trova la spiaggia di Su Guventeddu.
Ci si arriva seguendo le indicazioni per l’area archeologica di Nora, una opportunità per chi vuole unire mare e cultura.
Una sabbia finissima e un panorama stupendo rapiscono il visitatore che decide di trascorrere una giornata in questo luogo incantevole.
Meta dei surfisti, questa spiaggia guarda in lontananza la Torre del Coltellazzo e l’isolotto di San Macario.
La località non è molto lontana dalla chiesetta campestre romanica di Sant’Efisio, il luogo dove il santo venne martirizzato.

Portu Maga (Arbus)

Lungo la strada costiera per Piscinas in direzione Marina di Arbus, immersa nella Costa Verde, si incontra la spiaggia di Portu Maga: una baia che si estende per chilometri lungo un mare dai mille colori, grazie all’effetto di luce dovuto al fondo di sabbia e sassi.
La natura è incontaminata in questo luogo poco battuto dai turisti, dove scogli e piante di cisto diventano una cosa sola.
Una località ottima per chi va in barca e per gli appassionati di windsurf.

cala-biriola-bauneiCala Biriola (Baunei)

Cala Biriola si trova nel Golfo di Baunei e nonostante sia in una delle zone più belle di tutta la Sardegna, la spiaggia non è conosciutissima come altre nel golfo.
La località è situata proprio a ridosso del bosco di Biriola dove i ginepri crescono sopra le rocce.
La natura è rimasta intatta: con la sua sabbia finissima e bianca e l’acqua trasparente, la spiaggia è adatta agli amanti dello snorkeling, delle immersioni e della pesca.
A Cala Biriola ci si può arrivare in barca e anche dopo una bella escursione a piedi lungo la costa.

SHARE
Articolo precedenteIl popolo dell’Arca
Articolo successivoViva la libertà