La tua Golden Hour

Il viaggio? Qualcosa da fare restando fermi, semplicemente staccando la spina. Una ricerca condotta da Duepuntozero Doxa per conto di Strongbow Gold (www.gustosidro.it), il nuovo sidro di mele di Heineken Italia, ha messo in luce il desiderio di evasione degli italiani. La valvola di sfogo rispetto alla crisi sembra essere la cosiddetta “Golden Hour” (ora d’oro), che rappresenta quella condizione magica e difficilmente descrivibile in cui si ha la percezione di essere completamente “se stessi” ma anche parte del tutto, “sintonizzati” con il mondo che ci circonda in quell’istante: un locale, la propria casa, un gruppo di amici, la famiglia. L’indagine ha messo nero su bianco come il viaggio non debba essere necessariamente fisico, ma anche mentale. I compagni ideali con cui compierlo? Gli amici per il 53% delle preferenze, il coniuge o il partner di famiglia (41%), da soli (27%), il fidanzato o la fidanzata (22%).

Se il viaggio nell’anima viene ricercato ogni giorno della settimana, soprattutto nella fascia serale tra le 17 e le 21 che coincide con l’aperitivo, la ricerca restituisce uno spaccato dell’Italia che individua cinque profili ricorrenti. La maggioranza degli italiani (29%), i “profondi”, trova se stessa quando riesce a coltivare le relazioni più vere e sincere e, in particolare, le amicizie più care e autentiche. A seguire, a pari merito con il 20% delle preferenze, troviamo gli “impegnati”, coloro che vedono nella Golden Hour l’occasione per “staccare la spina”; gli “edonisti familiari”, che preferiscono trascorrere il tempo libero con la famiglia, e i “compagni di giochi”, coloro che cercano divertimento allo stato puro con i propri amici senza vincoli e in piena libertà. Infine, per l’11% degli intervistati, i “libertini”, la Golden Hour è puro godimento e soddisfazione dei propri desideri, lasciandosi guidare dalla fantasia verso esperienze piene ed appaganti per la mente e per i sensi.

La Golden Hour è tale se porta divertimento, relax, amore, libertà e amicizia. Emozioni confermate dalle associazioni di idee più votate: “se fosse un colore” per la grande maggioranza degli intervistati (27%) sarebbe l’azzurro (creatività, pacatezza, meditazione, lealtà), quasi tre volte più indicato rispetto al rosso (eccitazione, pressione, azione). Se fosse una città sarebbe Barcellona (27%), Parigi (25%) o Roma (21%), capitali europee comunque vicine, raggiungibili, vitali, mentre se fosse un animale sarebbe un delfino (29%) associato al buonumore e alla vitalità, o un gabbiano (19%) che porta con sè sensazioni inebrianti legate al senso di libertà e di spazio, molto più che una tigre (9%), legata all’aggressività.

IN SPIAGGIA, MA ANCHE A CASA
Viaggiare con la mente non significa necessariamente andare lontani. Secondo il campione di italiani intervistati, il “luogo ideale” in cui trascorrere o immaginare la propria Golden Hour vede “una spiaggia” al primo posto tra i luoghi fuori casa. In mezzo, tra i posti pubblici, ci sono anche bar, locali trendy e caffetterie varie, comunque in coda rispetto alla semplice risposta “in giro”. Ma la maggior parte degli italiani sceglie come luogo ideale per la propria Golden Hour “la casa”: la loro o anche quella di altri.

“Dalla ricerca emerge in modo molto preciso che la Golden Hour è un concetto vero, naturale e concreto, legato soprattutto alla socialità e a sensazioni molto positive come il relax, il benessere, il buonumore, la felicità e la libertà”, sottolinea Federico Capeci, amministratore delegato di Duepuntozero Doxa. “Emozioni non scontate e sempre più ricercate nella nostra società, probabilmente anche a causa del momento difficile che stiamo attraversando, non solo da un punto di vista economico, ma anche in una prospettiva valoriale e affettiva. La Golden Hour viene tratteggiata come un rifugio dalla routine, in cui ritrovare le persone più importanti, le cose più vere e i sentimenti più profondi”. In altre parole, un momento ritrovarsi e ripartire ogni volta.