Ritorno a Timbuktu

Tuareg, Mali, Kanaga Adventure Tours

Timbuktu, Route de l’Espoire, Tuareg, Mali, Kanaga Adventure ToursTimbuktu, Route de l’Espoire, Tuareg, Mali, Kanaga Adventure Tours 1_Varcare la sua soglia significa compiere un viaggio nel passato, quando fra quelle stradine (oggi silenziose) transitavano schiavi, oro e avorio, diretti in tutti gli angoli del mondo arabo.
Ecco perché il ritorno di Timbuktu fra i circuiti turistici era così atteso: dopo essere stata esclusa per tre anni dalle mete di viaggio a causa della situazione politica e sociale instabile, in attesa di accordi fra il governo maliano e i gruppi Tuareg che controllano la zona, finalmente la famosa porta di accesso al deserto del Sahara torna ad aprirsi ai visitatori.

Timbuktu è infatti la grande novità nella programmazione 2015/2016 di Kanaga Adventure Tours: la meta prediletta tra le destinazioni del Mali si potrà raggiungere via terra, percorrendo con i fuoristrada la bellissima Route de l’Espoir (“strada della speranza”), che deve il nome al suo ruolo di cordone ombelicale che facilita il collegamento fra la costa della Timbuktu, Route de l’Espoire, Tuareg, Mali, Kanaga Adventure ToursMauritania e le regioni isolate del Tagant, dell’Hodh-Charghi e dell’Hodh-Gharbi, consentendo poi di raggiungere il Mali e il Niger, lungo una pista di terra battuta.

Si tratta di una pista di terra battuta tra falesie rocciose erose dal tempo in forme bizzarre e deserto arbustivo, sporadicamente abitato da qualche gregge e dagli “uomini blu” con i loro immancabili dromedari.
In alternativa, si può salpare con le piroghe tradizionali dal porto di Mopti fino a Korioumé, in una traversata di due giorni con bivacco sulle rive del fiume Niger, visitando i villaggi di pescatori Bozo e salutando gli ippopotami del Lac Debo.

Timbuktu, Route de l’Espoire, Tuareg, Mali, Kanaga Adventure ToursUna volta arrivati a destinazione, la mitica città carovaniera offre le sue ricchezze culturali in tutta la loro bellezza e suggestione: le tre moschee del Medioevo, i santuari dei 333 santi, le biblioteche con i manoscritti antichi, il museo etnografico e il pozzo sacro, attorno al quale, la leggenda vuole che la giovane fanciulla Buktu fondò la città e le sue glorie.
Ma soprattutto l’atmosfera mitica, senza tempo, sospesa nel silenzio ovattato dei suoi stretti cunicoli sabbiosi, apparentemente disabitati, ma che celano nell’oscurità degli antichi portali, mille sguardi indiscreti.

UN TOUR MAGICO
Il viaggio offre anche la possibilità di visitare la tranquilla cittadina di Segou, sulle sponde del Niger, con il suo quartiere coloniale, il porto, il lungofiume, il mercato delle ceramiche e gli ateliers di fabbricazione dei bogolan, tessuti di cotone dipinti con differenti tipi di argilla ed estratti di foglie.
Il tour prosegue con Djenné, la sua celebre moschea di fango in stile neo-sudanese e l’incredibile mercato del lunedì, un’estasi di colori, odori e rumori.

Timbuktu, Route de l’Espoire, Tuareg, Mali, Kanaga Adventure ToursTocca poi alla falesia Dogon, dove le tradizioni animiste e la cultura africana delle maschere sono ancora vive, e a Mopti, considerata la Venezia del Mali, con il suo animato porto e il vivace mercato del sale delle Azalai.
E ancora l’escursione sul fiume Niger, alla scoperta dei villaggi di pescatori Bozo, Somono e allevatori Peul, e la scoperta delle marionette di Yaya Coulibaly, artista-stregone erede di una tradizione millenaria.

La partenza è fissata per il 26 marzo 2015, con ritorno il 6 aprile, ma il programma completo e tutte le informazioni utili sono disponibili all’indirizzo web www.kanaga-at.com o possono essere richieste scrivendo al Kanaga Adventure Tours, info@kanaga-at.

 

Timbuktu, Route de l’Espoire, Tuareg, Mali, Kanaga Adventure Tours

La Route de l’Espoir

SHARE
Articolo precedenteFrancigena Melody Road
Articolo successivoDiscover More 2015