Visto e mangiato

L’appetito vien viaggiando. È questa la filosofia di Slow Food Travel, il nuovo tour operator specializzato in tour enogastronomici. Presentato al grande pubblico durante l’edizione appena conclusa del Salone internazionale del Gusto di Torino, l’originale network si propone di rivoluzionare il mondo del turismo con proposte non più “omologate” ma tagliate e cucite addosso a persone curiose, consapevoli e interessate a conoscere i luoghi attraverso paesaggi, profumi e sapori. Ideato dall’associazione Slow Food e supportato da RSI Group, Slow Food Travel (www.slowfoodtravel.it) propone viaggi su misura per chi vuole riscoprire il valore della conoscenza: momenti di relax, incontri ed esperienze si mescolano con i prodotti e i territori che sono la base e l’essenza stessa di Slow Food, impegnata dal 1986 nel promuovere la cultura del cibo, l’educazione del gusto e la salvaguardia dei prodotti di qualità.

MERAVIGLIE D’ITALIA
Tra le offerte di Slow Food Travel ci sono la natura, il patrimonio storico-artistico e le tradizioni enogastronomiche del nostro Paese. Il gusto della scoperta guiderà attraverso città di grande rilievo storico, paesaggi mozzafiato, capolavori artistici e meraviglie archeologiche. Le diverse Regioni verranno scandagliate tra eccellenti vini, piatti tipici e prelibatezze da gustare, dando non solo l’opportunità di assaggiare le specialità locali, ma anche di imparare a scegliere i prodotti migliori al mercato per poi usarli personalmente per preparare i piatti della tradizione. Non mancheranno visite a enoteche, antiche cantine, fattorie e pasticcerie.

I “protagonisti” del Piemonte sono il coniglio grigio di Carmagnola, i formaggi di latte di pecora delle Langhe, il formaggio Montébre e i vini dei vigneti del Barolo, delle colline del Barbaresco e della Banca del Vino di Pollenzo. In Veneto, un romantico tour in gondola diventa l’occasione per andare alla scoperta dell’olio extravergine di oliva delle colline del Garda Veronese, del riso di Grumolo delle Abbadesse, del carciofo violetto di Sant’Erasmo, dei vini dei vigneti del Veronese e della grappa e degli altri distillati di Bassano del Grappa. Un’altra culla della gastronomia italiana è l’Emilia Romagna, dove gli enoturisti possono conoscere da vicino il parmigiano Reggiano, il culatello di Zibello, l’anguilla marinata di Comacchio, l’aceto balsamico tradizionale di Modena e il sale marino artigianale di Cervia.

Nel verde della Toscana, il viaggio si fa goloso tra il Biroldo della Garfagnana, la bottarga di Orbetello Bottarga, i fagioli di Sorana, i fichi secchi di Carmignano, le cipolle di Certaldo, le specialità della più antica gelateria di Firenze, il pecorino di Pienza e i prodotti tipici del Mercatale di Montevarchi. Impossibile non farsi tentare anche da una visita all’Umbria, con la sua natura rigogliosa, le antiche strade lastricate in pietra e le imponenti cattedrali. Per riposare i piedi e allietare il palato, Slow Food Travel propone una puntatina tra il baby pecorino di Orvieto, il Sagrantino dei vigneti di Montefalco, il Mazzafegato, il pane a lievitazione naturale dei paesi vicino a Spoleto, l’olio extravergine di oliva di Spoleto, i prodotti freschi del Mercato della Terra Slow Food di Umbertide, il cioccolato di Perugia e il Museo dell’Olio.

Se la bellezza del Lazio è spesso oscurata dalla fama di Roma, ecco una valigia di proposte che unisce la grande alle ricette tramandate dal passato: il Caciofiore della Campagna Romana, la Susianella di Viterbo, l’olio extravergine di oliva della Tuscia, la Marzolina di capra, i vini e i dolci tipici della Ciociaria, i vigneti storici di Castiglione in Teverina e gli antichi pani e salumi dei Castelli Romani. In Campania, il fascino di Pompei, Capri e Positano si mescola al profumo del Limoncello e dei dolci di Amalfi, al sapore dei pomodori San Marzano, alla golosità delle tipiche conserve e marmellate, alla fragranza della pizza di Napoli e alla sua pasticceria.

In una terra dai mille profumi e sapori come la Puglia, dove panettieri, casari e agricoltori trasformano i frutti della terra in prodotti semplici ma straordinariamente buoni, gli assoluti protagonisti diventano l’olio extravergine di oliva e i formaggi tradizionali della Murgia, il capocollo di Martina Franca, i formaggi, i vini, le conserve, l’olio extravergine e il pescato del Salento. Dulcis in fundo la Sicilia, un crogiuolo di culture, dove influenze greche, romane, cristiane, arabe, normanne, sveve, spagnole si trovano nell’architettura civile e religiosa, nell’archeologia, nel dialetto, nella toponomastica, nelle tradizioni popolari e in una cucina veramente unica. Tra vulcani che eruttano fuoco e il sole che scalda le acque smeraldo del Mediterraneo, si fanno strada l’olio extravergine del Trapanese, i limoni IGP di Siracusa, i vini dei vigneti dell’Etna, la manna e i dolci tradizionali dell’area del Parco delle Madonie, i fagioli Badda di Polizzi e la provola delle Madonie.

VIAGGIO IN FRANCIA
Per chi vuole esplorare il mondo Oltralpe, Slow Food Travel offre alcuni percorsi lungo la Francia, un Paese che seduce i viaggiatori con la sua cultura tessuta intorno ai caffè, ai mercati e ai bistrot. Grazie alle diversità geografiche, climatiche e culturali, questa terra rimane una delle mete turistiche più richieste con le sue alte vette, laghi cristallini, pianure fertili, fitte foreste, spiagge sabbiose e insenature rocciose. Le specialità francesi variano di regione in regione, dai famosi formaggi di capra del cuore della Loira agli champignon di Parigi, fino ai vini di Chateneauf du Pape della Provenza.

COFANETTI SPECIALI
Presto, magari proprio in occasione delle prossime feste, verranno offerti dei cofanetti regalo basati sul rispetto dei principi della sostenibilità, della solidarietà e della responsabilità sociale che possano far vivere esperienze genuine, abbracciando la filosofia Slow Food. Viaggi su misura, alla scoperta e nel rispetto dell’ambiente e delle culture. In alternativa, si può scegliere tra i tour di gruppo (guidati o su misura) e quelli individuali (self drive, brevi e giornalieri).

 

Clicca qui per leggere altri articoli della sezione News