Yamgu, la città è in punta di dita

logo-yamgu-300x200Viaggiare nell’era dei social? Yamgu, si può!
L’idea di tendere una mano a chi gira il mondo, aiutandolo a realizzare itinerari personalizzati e con informazioni aggiornate in tempo reale, è nata un anno fa dai torinesi Ester Liquori e Mauro Bennici, compagni di vita e di viaggio: partendo da una domanda semplicissima, “Cosa cerchiamo da turisti e cosa ci piacerebbe mostrare a chi visita la nostra città?”, hanno sviluppato una startup innovativa – supportata presso l’Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino – per tutti coloro che sono stanchi di ricerche interminabili, luoghi chiusi, mappe e orari impossibili.

Immagine di Yamgu, startup che “legge” i social network per pianificare il viaggio perfetto
Ester Liquori

Grazie a Yamgu, i viaggiatori non si trovano più a gestire una mole impressionante di dati su dove andare, cosa vedere e dove avvengono eventi interessanti, perché il sistema ottimizza automaticamente il percorso secondo distanze, durata delle visite e condizioni meteo.
“Il nostro obiettivo era mettere in risalto non soltanto i punti di attrazione più famosi delle città, ma anche gli angoli meno noti, quelli che senza la guida di un abitante del posto non si riuscirebbero a scovare”, spiega Ester.

SEMPLICE E IMMEDIATO
Come avviene tutto questo? Yamgu “legge” i social network, filtrando ciò che le persone dicono, fotografano e condividono in rete.
“I luoghi più chiacchierati, per via di un evento, un’iniziativa in piazza, l’inaugurazione di una mostra o per un semplice gradimento, diventano trend e vengono mostrati immediatamente nell’home page della città”.

Immagine di Yamgu, startup che “legge” i social network per pianificare il viaggio perfetto
Mauro Bennici

Ma per pianificare un percorso personalizzato, basta inserire la data della visita per generare una proposta in base al tempo a propria disposizione, alle distanze tra i punti di interesse e ovviamente alle tendenze del momento.

“Il sistema tiene conto anche delle condizioni meteorologiche, per cui al momento della visita potrà essere suggerita una variazione di programma attraverso speciali notifiche che avvisano per esempio dell’opportunità di rimandare un’escursione all’aperto a causa della pioggia imminente”, sottolinea Ester.
A quel punto, modificando il programma originario, Yamgu opererà ancora una volta autonomamente per riequilibrare mete, distanze e orari, riformulando la migliore proposta di viaggio.

Presto disponibile anche in versione mobile, la startup è partita con le offerte di Torino, Milano e Firenze, ma a breve attiverà anche il canale di Roma e gradualmente coprirà l’intero territorio italiano.
Sul portale, è poi attivo un blog di approfondimento, che supporta la scelta degli utenti suggerendo i migliori eventi del weekend, ma trattando anche tante curiosità, ad esempio come affrontare un viaggio con i quattro zampe, come andare alla scoperta di un quartiere particolare, cosa mettere in valigia e così via.

Immagine di Yamgu, startup che “legge” i social network per pianificare il viaggio perfettoPASSIONE INNATA
L’idea di Ester e Mauro è frutto di un loro personale interesse per i viaggi. “Oltre all’Italia, abbiamo visitato molti Paesi, come Germania, Francia, Spagna, Inghilterra, Irlanda, Stati Uniti e Giappone”.
È proprio nel corso di queste avventure che è nata l’idea di Yamgu, notando spesso una carenza di informazioni, che in alcuni casi si rivelano anche errate.
“Penso sia capitato a tutti di imbattersi in articoli vecchi e magari, giunti sul posto, trovare un luogo chiuso per ristrutturazione: per non avere brutte sorprese, servono informazioni fresche, aggiornate in tempo reale”.

Sul portale, è già possibile acquistare biglietti per mostre ed eventi, ma a breve sarà disponibile anche un’ampia vetrina di attività commerciali, hotel e altre strutture ricettive, che potranno sfruttare Yamgu “per dare di più ai propri ospiti”.
In questo modo, nulla verrà lasciato al caso e il viaggiatore potrà pianificare un soggiorno che, anche a livello di negozi e comodità, non lo allontana dalle sue abitudini quotidiane, sfruttando magari le promozioni dedicate agli utenti. In fondo, un viaggio non comincia quando si chiude la porta e si parte, ma quando si inizia a sognarlo.

Paola Rinaldi

Yamgu Home 3 copia

Vai su Yamgu e organizza il tuo prossimo viaggio!