Veri nomadi moderni

Immagine della top 10 degli accessori digitali per una valigia 2.0

Immagine della top 10 degli accessori digitali per una valigia 2.0Come si prepara un bagaglio 2.0?
Semplice, bisogna calibrare il peso, gestendo bene lo spazio per non riempire gli scomparti con cose inutili, e non dimenticare a casa tutti quegli accessori tecnologici che oggi possono rendere il viaggio un’avventura social.
A dettare le regole è il Nico Tour Operator di Viaggigiovani.it, una giovane realtà turistica di Trento che – in vista delle festività di fine anno – ha stilato un decalogo su come preparare la valigia (o lo zaino) da veri #nomadimoderni.

Il primo aggeggio da mettere nel bagaglio ha un nome complicato per i non addetti ai lavori, perché si chiama Power Bank, ma nella pratica è una semplice batteria che, dopo essere stata caricata, funziona come riserva di energia portatile per smartphone, computer portatili, macchine fotografiche e altri Immagine della top 10 degli accessori digitali per una valigia 2.0dispositivi digitali, in qualunque situazione e senza presa di corrente nei paraggi.
Si tratta di una soluzione comoda e spesso indispensabile durante i lunghi spostamenti, i pomeriggi sulla spiaggia, le serate in giro per locali o le escursioni nella natura selvaggia, per non restare mai a secco di energia.

A proposito di corrente, meglio non partire senza una presa universale, visto che ogni Paese presenta difformità in questo settore che possono rendere complicata anche una semplice sbarbata.
E per i momenti di relax? È preferibile sostituire al Tablet un e-Reader, visto che accompagnare un viaggio a un buon libro è sempre rilassante e un buon allenamento per mente e fantasia.

Immagine della top 10 degli accessori digitali per una valigia 2.0Il decalogo continua con un kit volo, composto da oggetti piccolissimi e assolutamente essenziali per chi è in cerca di riposo: può capitare a tutti un vicino di aereo che si appisola e dorme sonoramente, un bimbo che fa sentire la sua gioia di viaggiare o semplicemente un estraneo che vuole iniziare una conversazione quando invece si ha solamente voglia di dormire.
Ecco allora che vengono in soccorso tappi per le orecchie, mascherina sugli occhi e reggi collo gonfiabile per un sonno garantito.

Al contrario, per chi non smette di parlare, è utile un traduttore elettronico multilingue: se è vero che l’inglese lo conoscono quasi tutti, ogni tanto possono sfuggire le sfumature dei significati locali e un piccolo aiuto – ancora di più nella versione vocale – può tornare sempre comodo.
Ma fra una chiacchiera e l’altra, in giro per il mondo, non può mancare un poncho impermeabile gigante, la versione 2.0 del mitico k-way che si riponeva nell’apposito marsupio: il cappuccio è più grande e le maniche sono sparite, mentre l’ampiezza “one size fits all” è Immagine della top 10 degli accessori digitali per una valigia 2.0pensata per coprire anche lo zaino sulle spalle.

Un accessorio a cui non si pensa mai sono poi gli adesivi in alluminio ripara-infradito, che evitano di ritrovarsi improvvisamente “scalzi” quando il gancetto dell’infradito decide di spezzarsi.
L’idea geniale e tascabile è una scheda in alluminio, grande quanto una tessera sanitaria, che ospita due adesivi facilmente staccabili, da posizionare sotto la suola per trattenere saldamente il filo di gomma che si è troncato.

Altre chicche in valigia? Una mini tasca impermeabile e dotata di zip, da Immagine della top 10 degli accessori digitali per una valigia 2.0posizionare sotto la t-shirt o all’interno dei pantaloni, fondamentale per tenere contanti e documenti ben stretti addosso, specialmente quando ci si deve muovere in posti affollati come stazioni, aeroporti, mercati.
Dulcis in fundo, ci sono un gancio reggi borsa o zaino – per evitare di doverli posizionare sul pavimento, non sempre pulito – e un coltellino svizzero, oggi presente sul mercato in versioni molto originali che oltre lama, forbicine e lima includono anche una torcia a led e una chiavetta USB.
Naturalmente, non va messo nel bagaglio a mano, né portato addosso, per evitarne il sequestro.
Che altro? Buon viaggio!