In viaggio con T.S. Spivet

Immagine del film “Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet”, di Jean-Pierre JeunetSta per sbarcare al cinema “Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet”, titolo e trama del nuovo film di Jean-Pierre Jeunet che racconta l’insolita vicenda di un bambino prodigio con una passione infinita per le invenzioni.
A dieci anni, vive in un ranch sperduto nel Montana insieme ai genitori – una madre appassionata di insetti e un papà cowboy – e alla sorella Grace, che sogna di diventare Miss America.
Tutto scorre piuttosto monotono fino a quando T.S. riceve la telefonata di un prestigioso istituto scientifico, lo Smithsonian, che vuole premiarlo per il progetto di una macchina a moto perpetuo, che lui aveva spedito tempo prima.Immagine del film “Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet”, di Jean-Pierre Jeunet

Dopo aver lasciato un biglietto alla famiglia, T.S. salta su un treno merci e inizia un lungo e faticoso viaggio attraverso l’America, diretto a Washington per ritirare il suo premio, mentre ovviamente all’istituto tutti ignorano che T.S. sia solamente un bambino.
La sua avventura si svolge da ovest verso est, in perfetta antitesi con il mito della frontiera americana,
quasi come se volesse rappresentare un ritorno all’origine, un cammino solitario in cui il distacco dalla famiglia rigenera una relazione autentica.

Dopo questo percorso fisico e spirituale, T.S. scatena il caos generale al suo arrivo, perché nessuno si aspettava che quella macchina prodigiosa avesse un “padre” così giovane.
Ma Immagine del film “Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet”, di Jean-Pierre Jeunetlui ha già il suo discorso di ringraziamento pronto in tasca.
“Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet” racconta un’America sconfinata, descritta attraverso gli occhi di un piccolo genio, in una pellicola dove tecnica e poesia si mescolano nell’unico grande obiettivo di creare un mondo unico, reale e immaginario.

In sala dal prossimo 28 maggio, è il film adatto per capire che nessun viaggio è impossibile e, soprattutto, che nessun sogno è troppo lontano per poter essere realizzato.
Basta avere il coraggio di saltare a bordo di un treno, una nave, un aereo o anche solo della propria immaginazione, per conquistare ciò che da qualche parte ci sta già aspettando.

 

SHARE
Articolo precedenteTorna ITACA
Articolo successivoIl Pianeta Terra sei tu